Tu sei qui

MASSICCIO DEL CANIGO – PAYS CATALAN
La montagnae sacra

Perché scoprire il massiccio del Canigó?

  • Un Grande Sito dell'Occitania che ha anche ricevuto il marchio Grande Sito di Francia.
  • Un simbolo di identità del paesaggio pirenaico e della cultura catalana.
  • Un paese dal patrimonio molto ricco: miti e leggende, arte romanica, fortificazioni di Vauban, patrimonio minerario, siti naturali.
  • Un paradiso naturale per gli svaghi e le vacanze in montagna.
Le Canigó
Le Canigó

VIVETE L'ESPERIENZA DEL CANIGO

Straordinaria!

Ne vedrete la forma da molto lontano! Una montagna perfetta, che culmina a 2.784 m, la cui forma piramidale controlla il mondo che la circonda. Le Canigó circonda le regioni di Vallespir e Conflent. Vi offre un panorama eccezionale, dalla costa mediterranea alle cime dei Pirenei-Orientali. Come arrivare? Scalare la vetta è una pratica di alta montagna e bisogna essere esperti escursionisti. Ma l'estensione del sito lascia ampio spazio per escursioni a piedi, a cavallo, in asino, in mountain bike elettrica, ecc. 

Canyoning dans le Parc naturel régional des Pyrénées Catalanes
Canyoning dans le Parc naturel régional des Pyrénées Catalanes

MASSICCIO DEL CANIGO: DEDICATO ALLA NATURA

Una mecca per l'escursionismo e i divertimenti in montagna

3 GR e 750 km di sentieri segnalati, canyon e cavità, aree di decollo per il parapendio: il massiccio del Canigó è un luogo essenziale per le attività all'aria aperta, con ben 6 riserve naturali catalane tutte intorno. Percorrete la montagna seguendo la rete di tour, circuiti e sentieri del Canigó. Attraverso brughiere, pascoli e villaggi, lasciatevi inebriare dai profumi della macchia mediterranea e dei boschi.

Saint-Martin du Canigou
Saint-Martin du Canigou

GIOIELLO DELL'ARTE ROMANICA

Dai monasteri alle abbazie

Cosa vedere attorno al massiccio del Canigó? Il monastero di Serrabone, nel suo nido di montagne, con la sua tribuna di marmo rosa che merita sicuramente la visita. Tappa successiva? L'abbazia di Saint-Michel de Cuxa e il suo chiostro con i capitelli di rara finezza. Contate 45 minuti a piedi da Casteil per raggiungere il nido d'aquila dell'abbazia di Saint-Martin du Canigou.
Il campanile longobardo, la cripta a volta... che tesori e che vista! Scendete di nuovo al monastero di Sainte-Marie a Corneilla-de-Conflent, per ammirare tra l'altro il suo timpano scolpito.

Merita una visita

Passate da Prades, capitale del Conflent, da Arles-sur-Tech nota per la sua abbazia con il misterioso sarcofago, ma anche da Prats de Mollo, città reale fortificata da Vauban, dalle gole di Carança, e dagli organi di Ille-sur-Têt.

Villefranche-de-Conflent
Villefranche-de-Conflent

DA VISITARE, DA FARE ASSOLUTAMENTE

Villaggi, fortificazioni Vauban, Treno Giallo..

Fate una passeggiata a Villefranche-de-Conflent, uno dei più bei borghi di Francia. Fortificato nel XVII secolo da Vauban, è iscritto nelPatrimonio Mondiale dall'UNESCO.
Il villaggio è dominato dal Forte Liberia, e collegato ad esso da un incredibile sotterraneo con 1000 scalini. Da percorrere in discesa! Visitate anche le grotte delle Canalettes, una "Versailles sotterranea". Salite con il Treno Giallo verso gli altipiani di Cerdagne. Scendete nei vicoli dei villaggi arroccati di Evol, Arboussols, Palalda ed Eus, borgo più bello di Francia.

Colpo di fulmine

 Cura termale o semplice momento di relax: a voi le benefiche acque di Molitg-les-Bains, Vernet-les-Bains e quelle, in piena natura, delle calde terme di Saint-Thomas.

Per saperne di più

Dégustation de vins AOC Côtes du Roussillon

USI E COSTUMI

Entrate nel mondo catalano

Ballate la sardana al ritmo dei coblas. Cantate "Montanyas Regaladas", inno alla gloria del Canigó. Partecipate a riti profani o sacri: il falò di San Giovanni (la Fiamma del Canigò), i Castellers, vere e proprie torri umane, la processione della Rodella. Assaporate la gastronomia locale, dai boles de picolat (polpette alla catalana) ai vini DOC Côtes du Roussillon. E condividete le tradizioni catalane! Sono uniche, come la Festa dell'Orso a febbraio, o l'incredibile campionato di Canigó ad agosto

Colpo di fulmine

Fate il vostro shopping presso gli artigiani di Eus e Villefranche-de-Conflent. Visitate la manifattura du Grenat a Prades, e le Toiles du Soleil a Saint-Laurent de Cerdans.

L’ascensione del Canigou 

Marie-Laure e Carole sono saliti sul Canigou (in catalano è Canigó), durante la festa di San Giovanni, una festa molto cara ai catalani. Una vera ode alla natura e alla montagna sacra! Video 3:27 © Blog-Trotteuses – Blog & Vidéos de voyage. 

La nostra selezione

Sélection d'hébergements dans le secteur du Massif du Canigó.

Camping

CAMPING DOMAINE SAINT MARTIN

CASTEILPyrénées-Orientales
A partire da1100
1 settimana
Strutture ricettive

COQUETTE

FUILLAPyrénées-Orientales
Albergo

BEST WESTERN LE VAUBAN

PRADESPyrénées-Orientales
Strutture ricettive

DOMAINE DE LA TANNERIE

PRADESPyrénées-Orientales
Come arrivare?

Come arrivare al massiccio del Canigó

Il massiccio del Canigó si trova nel sud-ovest dell'Occitania, nel dipartimento dei Pirenei-Orientali, nel cuore del triangolo Tolosa-Montpellier-Barcellona.

- In auto: con l'autostrada A9 uscita Le Boulou.
- In treno: dalla stazione di Perpignan (TGV da Lille, Parigi, Lione, Madrid) poi TER e autobus (a 1€!)
- In aereo
: dagli aeroporti internazionali di Perpignan-Rivesaltes (50 km), Toulouse-Blagnac (250 km) o Montpellier-Méditerranée (210 km).